"Agliano terra insigne collocata sopra un fruttifero colle delizioso tra Asti, e Nizza della Paglia, i vini d’ogni specie, e d’ogni colore della quale sono ancora oggi in grande stima. "
[ V. Malacarne 1786 ]
Questa antica citazione su Agliano Terme, è valida ancora oggi.
Il territorio Aglianese, oltre ad essere caratterizzato da una magnifica cornice di pittoresche colline, presenta una grande variabilità geo-pedologica. I terreni marnoso-calcarei si alternano ad altri prettamente limosi, argillosi o gessosi, creando così un mosaico di vigneti dove generazioni di vignaioli hanno saputo valorizzare il binomio vitigno – ambiente. In questa terra “insigne” il vitigno Barbera raggiunge ovunque livelli qualitativi elevatissimi e si manifesta in vini di grande personalità, seppure molto spesso diversi tra loro. Potrei dire, vini originali, strutturati e longevi, ma sarebbe una banalizzazione, e sono certo che una ulteriore, sterile descrizione toglierebbe all’appassionato il piacere della scoperta e della ricerca delle differenze che si celano dietro i vini di questo grande territorio.
"Colui che capisce, ama, vede, osserva, la maggior conoscenza è congiunta indissolubilmente all‘amore."
[ Paracelso ]
Penso che in un mondo dove la fredda scienza tecnologica tende sempre più a escludere l’uomo, un po’ di sana irrazionalità sia indispensabile. Credo nel ritorno, nel riappropriarsi di quelle facoltà che stiamo irrimediabilmente perdendo. Per questo ho deciso di seguire la biodinamica nella coltura dei mie vigneti.
E’ stato un punto di ripartenza dopo anni di esperienze viticole ed enologiche, in Italia, Germania e Francia, dove il pensiero principale era stato accumulare conoscenza tecnica. A Villa Terlina ho trovato non tanto un’azienda da sviluppare quanto piuttosto un bellissimo luogo da custodire, creando un rapporto di reciproca collaborazione e amore con le viti e sviluppando la coscienza di essere parte attiva di una Natura vitale e dinamica.
Desidero che i miei vini riflettano l’equilibrio e l’armonia che cerco di mantenere nei vigneti e che prima di tutto sappiano creare emozioni.
"Il nostro compito è quello di imparare a vedere l’essere vegetale in modo che ogni pianta appaia come un organo in seno all’organismo universale che è il mondo vegetale. Bisogna essere capaci di guardare ogni pianta come parte del tutto. "
[ Rudolf Steiner ]
Uomo e Natura sono parte di un Tutto armonico in quanto manifestazioni di un unico Io eterno e infinito.
L’Uomo dovrebbe assecondare la Natura e cooperare con essa piuttosto che tentare inutilmente di dominarla. Con questa consapevolezza mi dedico alla biodinamica. Non esistono ricette da applicare meccanicamente ma osservazione e comprensione per creare la necessaria empatia con le viti e con l’ambiente dove crescono. E’ un tacito dialogare con le viti perché ogni vigneto ha una propria individualità all’interno dell’organismo aziendale, e nello stesso tempo è un sistema aperto al mondo circostante; ogni gesto manifesta il senso di captare le forze che agiscono sulla vitalità del suolo e quindi delle piante. I preparati di Rudolf Steiner e le tisane di erbe sono il tramite con le forze della Natura che agiscono sull’ambiente in tensione verso il suo equilibrio ancestrale.
"La Cantina è un luogo sovrannaturale dove la mano dell’uomo e la Natura si sono date appuntamento per esaltare il Vino. "
[ Anonimo ]
In principio era il Caos, scrive Esiodo, e la vendemmia è il principio del caos, con la magia e la turbolenza della fermentazione. Dal caos nasce l’ordine e con il tempo l’equilibrio.
E’ qui la chiave, nel tempo, che si differenzia in ogni annata e il nostro ruolo sta nel capirlo ed assecondarlo. La Natura ha bisogno del tempo per creare armonia, solo con il tempo tutte le parti prima in disaccordo si conciliano tra loro e diventano un tutt’uno. Come gli strumenti di diverso tono, se ben accordati, creano nella sinfonia un unico suono.
Questo è il lavoro in cantina: aspettare.
"Quando assaggi un vino non concettualizzarlo, ma lasciati trasportare dall’immediatezza delle emozioni che suscita in te, come quando guardi un paesaggio. "
[ Anonimo ]
Monsicuro
L’espressione del Gesso, mineralità e precisione, la saggezza di una vigna quasi centenaria. Barbera d’antan.
Gradale
Il caldo equilibrio della Marna, crea armonia fra struttura e vibrazione acida. Barbera espressione del connubio tra vitigno e territorio.
Bricco Francia
Barbera ribelle, rivela la giovinezza del vigneto, fresco e immediato, in alcune annate può mostrare un carattere lunatico e un po’ maleducato.
Piediferro
Nebbiolo da selezione massale piantato su Marne di Sant’Agata Fossili. Un signore elegante e mai snob con una grande personalità.
Pietre di Luna
Due vitigni ricchi di aromi fruttati, si incontrano e si integrano tra loro in un vino che vuole comunicare allegria e gioia di vivere.
@
Contattaci
Dichiaro di aver letto e di accettare i termini e le condizioni
Azienda Agricola
VILLA TERLINA
Regione Dani 82
14041 AGLIANO TERME (AT)
Tel: 0141964121
Cell: 3483865171 Paolo
Cell: 3201185944 Sara
Email: villaterlina@villaterlina.com
P.IVA: 01182760056